Agevolazioni: Bonus Facciate 2020!

Buone nuove per chi vuole ristrutturare…nel 2020 è possibile una detrazione fino al 90% della spesa grazie al Bonus Facciate!📈🔝✌💰

 

📌COS’E’

Un’agevolazione contenuta nella Legge 27 dicembre 2019, n. 160(c.d. Legge di Bilancio per il 2020) che prevede una detrazione fiscale del 90% delle spese sostenute per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti (inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna) ubicati in zona A (centri storici) o B (parti già urbanizzate, anche se edificate in parte).

Considerato che la Legge di Bilancio prevede che il bonus facciate possa essere utilizzato “per le spese documentate, sostenute nell’anno 2020“, i lavori che potranno godere dell’incentivo possono essere anche quelli cominciati nel 2019 e pagati nel 2020.

 

COME FUNZIONA

Per usufruire del bonus che consiste nel fruire in una detrazione suddivisa in 10 quote annuali di pari importo, a decorrere dall’anno di sostenimento delle spese e nei 9 successivi, è necessario

  • pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.
  • indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce il titolo
🔎CHI PUÒ RICHIEDERLO:

Il bonus facciate interesserà sia le singole unità abitative (villette unifamiliari o bifamiliari) che i condomini e potrà essere compatibile con altre agevolazioni come ecobonus e sisma bonus. Hanno diritto al bonus non soltanto i proprietari e i titolari dei diritti reali sull’immobile, ma anche l’inquilino e il comodatario.

Di seguito la lista di tutti i possibili beneficiari:

  • il proprietario o il nudo proprietario dell’edificio;
  • l’inquilino;
  • il comodatario;
  • il titolare di un diritto reale di godimento (per esempio l’usufruttuario o chi beneficia del diritto di uso o di abitazione);
  • i soci delle società semplici;
  • i soci di cooperative divise e indivise;
  • gli imprenditori individuali (solo per gli immobili che non rientrano tra quelli strumentali o merce).
Quali sono gli interventi di manutenzione ammessi:

I lavori interessati sono quelli di manutenzione straordinaria e ordinaria della parte esterna dell’edificio, parliamo quindi di:

 

  • riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture;
  • ripristino di balconi, ringhiere e frontalini.
  • tinteggiatura di pareti, soffitti;
  • sostituzione di pavimenti;
  • verniciatura delle porte del garage;
  • impermeabilizzazione del tetto o del terrazzo;
  • rifacimento dell’intonaco.

Restano fuori le opere su infissi, grondaie, pluviali e cavi anche se possono sempre beneficiare della detrazione del 50% del bonus ristrutturazioni.

Continuate a seguirci per maggiori informazioni…

EdilNews

Agevolazioni: Bonus Facciate 2020!

1 mese ago

Assistenza tecnica macchine edili: Divisione Service

3 mesi ago

Ponteggio Elettrico – T25 Square

5 mesi ago

Sblocca Cantieri, cosa cambia.

8 mesi ago

VIDEOVERIFICA: ponteggio sicuro

11 mesi ago

TOPLIFT: Argano elettrico

11 mesi ago

Sicurezza: DPI nei lavori in quota

1 anno ago

Agevolazioni: il credito d’imposta 2019

1 anno ago

Sicurezza in quota: linea vita strutturale

2 anni ago